Crea sito

SISSI

deceduta a seguito di un'operazione giudicata di routine

una storia agghiacciante dalla Provincia di Teramo

Il 02/04/2012 abbiamo sottoposto Sissy a un intervento non invasivo a dire del veterinario per eliminare le file mammarie che erano piene di cisti. Ben 24 punti.Nel pomeriggio dello stesso giorno avrebbe dovuto riprendere persino a mangiare e bere.prima dell'intervento, Sissi non è stata sottoposta ad alcun esame esplorativo o lastra o ecografia. Intervento semplice di routine non invasivo queste sono state le parole del veterinaio.Dopo il risveglio dall' anestesia Sissy non ha fatto altro che peggiorare: vomito, gonfiore all' addome, difficoltà a respirare; non si reggeva sulle zampe.Ha sofferto tantissimo fino alle 3 di notte del giorno 3/4/12 quando è deceduta. Inutili sono state le continue telefonate e i viaggi fatti tra casa nostra e il veterinario, il quale non ha fatto altro che dirci che il cane stava bene e si è limitato a fare un antidolorifico e un antibiotico. Può essere, che noi "non dottori" capivamo che stava malissimo e il veterinario no? Fatto sta che Sissy ci ha lasciato soffrendo fino all' ultimo e facendo soffrire a noi.Io e mia moglie siamo infuriati per questo e vogliamo giustizia glielo dobbiamo per tutto l' amore che ci ha donato.Chissà cosa è successo durante l' intervento. Solo il veterinario lo sa!  non ci diamo pace.

Andrea