Palermo: "Due veterinari sono ... "

 

Due veterinari sono stati rinviati a giudizio con l'accusa di truffa e falso per aver fatto credere alla proprietaria di un cocker spaniel di aver operato l'animale senza in realtà effettuare alcun intervento chirurgico. La vicenda risale al 1999. Desirèe è la femmina di cocker ammalata di cancro che viene affidata dalla proprietaria alle cure del palermitano Fernando Buffa. Il veterinario decide di asporare l'ovaia sinistro dell'animale, ma dopo l'intervento le condizioni del cane non migliorano e la proprietaria trasporta il cocker a Moncalieri, rivolgendosi al veterinario piemontese Claudio Brovida. Anche quest'ultimo decide di asportare un' ovaia, questa volta il destro, ma neppure il secondo intervento produce un miglioramento delle condizioni di Desirèe. Il cane, pochi giorni dopo, muore. La proprietaria, che non riesce a vederci chiaro, fa eseguire un esame autoptico a pagamento sul cocker. Il referto dell'autopsia rivela che le ovaie non sono mai state asportate nonostante i due veterinari avessero certificato gli interventi, intascando sontuosi onorari. La proprietaria ha denunciato Buffa e Brovida e il pm Vania Contrafatto ha citato in giudizio con decreto i due indagati. Il 15 aprile il giudizio e la sentenza.

 

fonte: petnews.it