27/04/04
"Corriere Adriatico" di Fermo(AP)

Spara al cane del vicino Il tribunale emette una esemplare doppia condanna.Il cane del vicino andava a fare i bisogni davanti al cancello della sua casa e così ha imbracciato il fucile e gli ha sparato.Il fatto è accaduto nelle campagne del Fermano e dopo la denuncia effettuata dal titolare dell'animale, M.P è finito davanti al Giudice Luigi Fanuli del Tribunale di Fermo(AP). Alla fine ne è scaturita una sentenza pesante tramutata in una pena pecuniaria di 2.770 euro più le spese legali che M.P.l'imputato, dovrà pagare al padrone del cane ferito a colpi di fucile. La vicenda, dopo il ferimento del cane e su richiesta del proprietario, era transitata inizialmente presso il Giudice di Pace che aveva condannato l'autore del gesto ad una pena pecuniaria di 1.200 euro per il risarcimento danni e l'ammenda.

Non soddisfatto della prima sentenza, l'imputato ha deciso di appellarsi al Tribunale di Fermo. Anche in questo caso però gli è andata male, anzi peggio, visto che il giudice ha inasprito la pena, non accogliendo la versione di M.P. secondo cui, il cane in questione sarebbe stato una sorta di cane randagio. In tribunale è stato accertato che l'animale era in regola ed era di proprietà del vicino di M.P. quindi il tentativo dell'imputato è stato vanificato."Si tratta di una condanna importante - ha commentato Rita Virgili-l'avvocato della parte civile - perché, dopo la sentenza del Giudice di Pace, è arrivata quella del tribunale che rappresenta una garanzia alla tutela degli animali, anche se il reato previsto dal codice penale rientra nel danneggiamento di cosa altrui. In questo caso, visto che si tratta di un cane meticcio e non di razza, è stato tenuto conto di altri valori e l'animale probabilmente non è stato considerato una cosa di proprietà, ma un essere vivente".

Certo che ora ci penserà due volte M.P. prima di imbracciare un fucile e fare il tirassegno con i cani di passaggio. Una sentenza-messaggio dunque, chiara e forte senza lasciare spazio a fraintendimenti, spedita ai vari destinatari con un solo significato: guai a chi tocca gli animali.

 

back