COS'E' "ARCA 2000"

"un simbolo di speranza e di salvezza per i nostri animali.

Un punto di riferimento per tutta Italia in aiuto alle vittime di malasanià animale"

L'associazione "Arca 2000" onlus è l'unica associazione italiana che lotta contro la malasanità animale ha sede in S.Benedetto del Tronto (A.P.) ma è operativa su tutto il territorio nazionale, si occupa di malasanità animale promuovendo iniziative e proposte legislative allo scopo di assistere, informare, tutelare e combattere contro il triste fenomeno della malasanità animale.L'associazione è nata a seguito di un tristissimo episodio di malasanità animale che ha visto il decesso della cagnolina Panna alla cui memoria è dedicata l'associazione.

anno di fondazione: 2003 - opera su tutto il territorio italiano è iscritta al Registro Regionale delle Associazioni di volontariato della Regione Marche

direttivo: Daniela Ballestra fondatrice e presidente- Edea Bordoni vice-presidente - Gessica Schiavi, Angela Micheli (consiglieri)

Per informazioni: arcanimali@tiscali.it- tel 340/67.20.93.6 (si prega di leggere prima il regolamento dei contatti )


 Cosa fa "Arca 2000?"

Nessuno fino ad oggi si è mai occupato di "malasanità animale" una piaga da combattere quanto quella umana.Il problema seppur molto diffuso è ancora poco monitorato, anche perchè le strutture veterinarie non sono oggetto di controllo esterno né godono di un' apposita normativa. Eppure, sono migliaia i casi di decesso o danno degli animali causati da malasanità animale. Perdere un animale amato per la leggerezza di qualcuno a cui ci affidiamo con fiducia pensando che sappia curare i nostri animali è cosa nefasta e ingiusta.

I nostri animali si affidano completamente a noi, non possono parlare e quindi dobbiamo cercare per loro il massimo della qualità nelle cure.

Allo stato attuale delle cose, purtroppo, quando muore un cane o gatto non importa niente a nessuno, difficilmente si riesce ad avere una condanna del medico negligente, l'animale per la legge è considerato "res" (cosa), pertanto non è soggetto di diritto e l'attuale legislazione non offre garanzie a tutela della vita animale, tanto meno in ambito sanitario.

Quando muore una persona per malasanità, almeno scatta un'inchiesta, la magistratura indaga, se non altro c'è un po' di attenzione!

Per gli animali ci sono solo strutture ambulatoriali private che non hanno alcun controllo esterno né obblighi di legge.Spesso vengono somministrati farmaci e terapie senza attestazioni scritte

Purtroppo non esiste una legislazione che regoli l'intera materia veterinaria né un codice deontologico con efficace potere sanzionatorio.

Se amiamo gli animali e non vogliamo perderli scioccamente, pretendiamo dal nostro veterinario i seguenti requisiti ricordando:

Non esitate a pretendere referti e prescrizioni scritte di tutte le terapie effettuate, dei medicinali somministrati con i relativi dosaggi, non ponetevi in un atteggiamento di sudditanza, essere informati è un vostro diritto e ne va la salvezza del vostro animale, per non ritrovarvi a piangerlo senza speranza di giustizia, tra la rabbia e i sensi di colpa.

1. Osserva alla lettera il codice deontologico in vigore che stabilisce norme di comportamento basate sulla cortesia, disponibilità e reperibilità 24h. Il suo ambulatorio è fornito di apparecchio radiologico ed ecografico.

2. Rilascia le ricevute fiscali di ogni visita effettuata anche a domicilio e i referti scritti di ogni esame e diagnosi, nonché di ogni radiografia ed ecografia eseguita. Tiene una cartella clinica dell'animale e una sua scheda con tutti i dati.

3. Assicura la disponibilità ad intervenire anche fuori orario ambulatorio e in orario notturno, fornisce il suo numero di cellulare. 

4. Esegue la visita del vostro animale con il massimo scrupolo e fornisce le indicazioni su ogni farmaco somministrato.

5.Stabilisce un rapporto basato sulla chiarezza e il dialogo, le vostre domande sono sempre lecite, diffidate di chi non risponde ai vostri quesiti e dimostra poca propensione al dialogo. 

6. E' scrupoloso e attento ad ogni dettaglio fornitogli sul vostro animale e si interessa anche alla sua dieta.

7. Non esegue mai interventi inutili e dannosi.

8. utilizza sempre le conoscenze scientifiche nel rispetto del diritto alla vita e alla non sofferenza degli animali;

9. presta la propria opera nel rispetto dell'etologia e della fisiologia degli animali;

10. presta ogni cura tenendo in considerazione soprattutto l'individualità degli animali;

11. presta le proprie conoscenze per impedire sempre e comunque situazioni di dolore,stress e fatica degli animali.

12. avvicina gli animali selvatici per cura o per studio nella consapevolezza che ogni animale ha diritto di vivere libero nel proprio ambiente;

13. rispetta i principi del presente documento anche ricorrendo alla obiezione di coscienza.


LEGGI COSA FARE SE IL TUO ANIMALE E' VITTIMA DI MALASANITA'

CAMPAGNA INFORMATIVA:

manifesti informativi affissi sui muri cittadini a S.Benedetto del Tronto (Ap)

home